PARIEDISPARI

PARI E DISPARI
L'evoluzione della Peer Education
Con la collaborazione ACSI Atletica Sport Toscana di Montelupo F.no
IL PROGETTO
All’interno delle scuole che aderiranno al progetto, affiancati da nostro personale esperto, alunni che volontariamente si presteranno a collaborare e a “mettersi in gioco” formeranno i “gruppi volontari” (3-4 alunni c.u.), saranno supportati e guidati al fine di affiancare i docenti e sostituire in alcune attività gli insegnanti durante lo svolgimento dell’attività formativa indirizzata ai compagni con disabilità e/o con disturbi dell’apprendimento. Nello specifico il progetto prevede la definizione di gruppi di volontari che si adopereranno per coadiuvare, affiancare, sostenere, un proprio compagno di scuola con difficoltà o disabilità e/o disturbi dell’apprendimento durante alcune fasi significative del percorso formativo. L’alunno volontario potrà, a titolo esemplificativo, leggere con lui i testi dei compiti, aiutarlo nello svolgimento di esercizi, ripetizioni di lezioni etc. Ogni alunno volontario avrà compiti e funzioni e dovrà relazionarsi con tutti i componenti del gruppo volontario e con il personale scolastico e di supporto. Il Progetto propone un’opportunità di incontro e confronto, dialogo e supporto che sia vissuta come un’occasione di socializzazione, un valore positivo per l’intero gruppo partecipante e che offra a tutti i partecipanti un momento di di arricchimento, confronto e crescita
I LABORATORI
LABORATORIO 1: L'ascolto e la relazione con gli altri…. in relazione a ostacoli, vincoli e difficoltà
L'attività si svolgerà in modalità di esercizi con situazioni di gruppo e di coppia con utilizzo anche di situazioni di gioco, in cui sarà possibile sperimentare il raggiungimento di obiettivi dovendosi rapportare con il gruppo, le "distanze", i vincoli ambientali individuali ed emotivi nei quali sarà necessario mettersi nei panni "dell'altro" e misurare al contempo le proprie capacità, difficoltà ed emozioni.
Modalità di svolgimento: 2 – 3 incontri di circa 3 ore ciascuno
LABORATORIO 2: Il corpo, emozioni, sensazioni, esperienze, pensieri.
Laboratorio finalizzato ad acquisire maggior consapevolezza corporea per entrare in contatto con la nostra parte vera; ascoltare, anche attraverso il movimento, tutto ciò che accade dentro di noi ci permette di entrare in profonda relazione con la nostra parte emotiva e le persone accanto. Il movimento permette al corpo di tornare a percepire e connettere tutte le nostre parti, sentendosi una vera unità, capace di sviluppare le proprie infinite potenzialità nella diversità, per poi entrare in relazione e profonda empatia con l'altro. Il laboratorio prevede una parte teorica per poi lasciare spazio ad esercizi individuali, di coppia e di gruppo con le varie condivisioni alla fine di ogni lavoro svolto.
Modalità di svolgimento: 2 – 3 incontri di circa 3 ore ciascuno
LABORATORIO 3: Uniti e uguali con la multisciplinarietà dell’attività ludico sportiva
Le attività proposte avranno lo scopo di promuovere lo sport, non solo come forma ludica o come azione di benessere fisico, ma come aspetto integrativo sull'apprendimento didattico motorio. Le attività saranno rivolte allo sviluppo delle abilità visuo-percettive, spaziali, cognitive, abbinate a giochi di corsa, salto e lancio. Il laboratorio prevede 3 lezioni per ogni gruppo di lavoro. Le tre azioni motorie non andranno ad individuare una disciplina singola, ma tutte le funzioni motorie della multidisciplinarietà. Lo scopo è quello di migliorare la concentrazione acquisendo la consapevolezza del proprio corpo. Nei tre incontri il singolo soggetto con disabilità potrà giocare con le proprie abilità visuo percettive, spaziali, cognitive, attraverso una prima parte di lezione in cui l'optometrista attiverà azioni di intervento motorio mirato all'attenzione e concentrazione, una seconda parte di lezione invece sarà rivolta agli aspetti tecnici dell'azione gioco corsa o salto o lancio proposte dall'istruttore esperto in disabilità. Il corpo docente potrà, in qualsiasi momento, intervenire con suggerimenti/interventi al fine di raggiungere le finalità del progetto.
Modalità di svolgimento: Gli incontri potrebbero svolgersi in luoghi diversi dalla scuola messi a disposizione dagli enti pubblici e/o privati che collaborano allo svolgimento del progetto